Tag

,

Prima lancia il sasso poi nasconde la mano. Parlo di Corradino Mineo, ex parlamentare PD e una carriera 40ennale da giornalista.
Lui, il Corradino Mineo che tempo fa diede proprio a Renzi dell’autistico, scatenando le ire di mezza italia. Una boutade che lo costrinse a scuse che di certo non gli salvarono la faccia.

Ora dichiara (a seguito di attacchi personali del Premier alla sua persona): «Renzi non si fa scrupoli, rivela conversazioni private, infanga per paura di essere infangato. E sa che io so. So quanto si senta insicuro quando non si muove sul terreno che meglio conosce, quello della politica contingente. E so quanto possa sentirsi subalterno a una donna bella e decisa. Fino al punto di rimettere in questione il suo stesso ruolo al governo»

Poi smentisce e ridimensiona le sue affermazioni. Adesso però l’ombra di una cosiddetta Dama Bianca o di una che regge i fili del burattinaio burattino è li, quasi reale, il tarlo è insediato.

Chi sarà mai? La fantasia ora vola.

Annunci